Articoli più letti

 Supporto

Fac simile fattura architetto con inarcassa

Il tuo contributo inarcassa deve essere inserito in fattura, entra nel dettaglio del tuo documento

Sei un architetto e devi emettere una fattura al tuo cliente, le informazioni che devi prendere in considerazione per emettere la tua fattura sono quelli previsti dalla legge per quanto riguarda  l'emissione di una fattura in generale. 

Quello che in particolare riguarda la fattura di un architetto è la presenza al suo interno del calcolo del contributo cassa previdenziale ai fini pensionistici, che per chi è iscritto all'Albo si chiama INARCASSA invece per chi non è iscritto all'Albo si chiama Gestione Separata INPS

Altro elemento che contraddistingue la fattura di un architetto come quella di tutti professionisti è il calcolo della ritenuta d'acconto che diminuisce l'importo che il cliente dovrà pagarti. 

Di seguito ti riportiamo quali sono le informazioni ed i dati generali che devi inserire nella tua fattura:

  • la data della fattura (data di emissione)
  • il numero del documento (il numero deve essere univoco)
  • i tuoi dati (nome e cognome, indirizzo completo, partita iva e codice fiscale)
  • i dati del tuo cliente (nome e cognome, codice fiscale e partita iva se si tratta di impresa)
  • descrizione del servizio
  • valore del servizio (separato per aliquota iva)
  • sconti (eventualmente applicati)
  • aliquota iva
  • valore totale del servizio (totale imponibile)
  • totale iva 
  • totale documento

 

Dati specifici della fattura di un architetto

  • Cassa previdenziale

All'interno del documento è possibile addebitare al tuo cliente la cassa previdenziale INARCASSA o gestione separata INPS per una percentuale del 4% da calcolare sul valore del compenso. Se il tuo regime fiscale è quello forfettario la cassa previdenziale deve essere sempre inserita nella fattura. 

 

  • Ritenuta d'acconto

Se il tuo cliente è titolare di partita iva va detratta dal totale del documento la ritenuta d'acconto del 20% da calcolare sul valore del compenso

Se il cliente non è titolare di partita non va calcolata la ritenuta d'acconto

Nel caso in cui hai adottato per la tua impresa il regime iva per cassa od il tuo regime è ordinario va detratta la ritenuta d'acconto.

Nel caso in cui hai adottato per la tua impresa il regime forfettario la ritenuta d'acconto non deve essere calcolata

 

  • Marca da Bollo

deve essere applicata se hai adottato per la tua impresa il regime forfettario e deve essere applicata del valore di 2 euro quando la tua fattura supera l'importo di 77,47 euro. 

 

NB. Il termine più corretto da utilizzare per il tuo documento emesso al cliente è parcella perché si tratta di un documento emesso da un libero professionista per le prestazioni di servizi. 

 

Ecco l'esempio della fattura di un architetto su fatturapertutti

 

 

 

Fattura Architetto

 

 

 

La tua fattura può essere personalizzata inserendo il tuo logo, personalizzando i colori e le area del tuo documento (per approfondire clicca qui)

Registrati subito su fatturapertutti per emettere in modo semplice e rapido tutti i tuoi documenti, crea il tuo account su fatturapertutti e dopo avere ricevuto le credenziali di accesso completa la tua registrazione con tutti i dati richiesti.

 

Stampa
Data: dic 29, 2017,
Commenti: 0,
Autore: Claudio

Theme picker

Partecipa alla community

           

Archivio