Blog

 Blog

Regime forfettario per imprese e professionisti, obbligo fattura elettronica dal 2022

Regime forfettario per imprese e professionisti, obbligo fattura elettronica dal 2022
Data: apr 30, 2022
Commenti: 0
Autore: Claudio

Emetti fatture elettroniche, scontrini (documenti commerciali) e gestisci la tua partita iva con fatturapertutti in modo semplice, veloce ed economico

 

Aggiornamento del 30 aprile 2022
 

Il Decreto Legge che prevede l'obbligo della fatturazione elettronica per chi è in regime forfettario è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 30 aprile 2022.

Leggi l'articolo di seguito per approfondimenti:

Fatturazione elettronica forfettari, obbligatoria dal 1 luglio 2022 - miniguida

 

Aggiornamento del 13 aprile 2022
 

Il Consiglio dei Ministri del 13 aprile 2022 ha approvato il Decreto Legge che contiene l'obbligo della fattura elettronica anche per i soggetti in regime forfettario. 
Non ci sono più dubbi, dal 1 luglio 2022 la fattura elettronica sarà obbligatoria per i soggetti in regime forfettario.
Leggi l'articolo di seguito per approfondimenti:

Fatturazione elettronica forfettari, obbligatoria dal 1 luglio 2022 - miniguida

 

Aggiornamento del 1 aprile 2022
 

Fattura elettronica forfettari, obbligo da luglio 2022
 

Secondo quanto risulta da varie redazioni giornalistiche economiche e finanziarie, il governo è intenzionato ad avviare a tappe l'entrata in vigore dell'obbligo della fatturazione elettronica per i soggetti in regime forfettario. L'obbligo inizierebbe da luglio 2022 ma senza sanzioni a carico dei contribuenti inadempienti, le sanzioni partirebbero dal 1 gennaio 2023. Si avrebbe quindi una fase transitoria di 6 mesi per consentire ai professionisti ed alle imprese di adeguarsi alle nuove regole.

 

Aggiornamento del 13 dicembre 2021

 

E' ufficiale, la fattura elettronica diventa obbligatoria per tutte le imprese ed professionisti. 

L'Unione europea ha effettuato l'ultimo passaggio relativo alla richiesta dell'Italia in merito all'obbligo deIla fatturazione elettronica.

Il Consiglio europeo con la decisione n. 2021/2251 del 13 dicembre 2021 (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale Unione europea) ha autorizzato l’Italia a prorogare la fatturazione elettronica obbligatoria fino al 2024 e ad estendere l'obbligo di fatturazione elettronica anche per le piccole imprese ed i professionisti in regime forfetario. 

 

enlightenedSe sei in regime forfettario, fatturapertutti ti aiuta ad emettere le fatture elettroniche in modo semplice, veloce ed economico.
 

Leggi di seguito come fare:

Come fare una fattura elettronica

Scegli l'abbonamento adatto a te per emettere fatture elettroniche con fatturapertutti

 

 

Aggiornamento del 8 dicembre 2021


Fattura elettronica forfettari, il parere dell'Unione europea
 

L’8 dicembre 2021 il Comitato dei rappresentanti permanenti dell'Unione Europea (Coreper II), ha dato il via libera alla proroga dell'obbligo della fattura elettronica fino al 31 dicembre 2024 ed all'introduzione dell'obbligo della fattura elettronica anche alle partite IVA in regime forfettario. Il 13 dicembre 2021 è atteso il voto definitivo da parte del Consiglio Europeo.

 

Il Parlamento italiano ha chiesto all'Unione europea la proroga dell'obbligo della fattura elettronica e l’ampliamento di quest'obbligo anche alle partite IVA in regime forfettario, il 5 novembre 2021 la Commissione europea ha approvato la richiesta.

Se sei in regime forfettario, fatturapertutti ti aiuta ad emettere le fatture elettroniche in modo semplice, veloce ed economico. Leggi di seguito come fare:

Come fare una fattura elettronica

Scegli l'abbonamento adatto a te per emettere fatture elettroniche con fatturapertutti

La Commissione europea tramite il documento pubblicato il 5 novembre 2021 ha confermato la proroga per altri tre anni. La relazione del Parlamento italiano espone tutte le motivazioni della richiesta indicando che l'obiettivo della fatturazione elettronica è quello di strumento per la lotta all'evasione fiscale.
Dal documento della Commissione europea (proposta di decisione messa a punto dalla Commissione Europea) vengono esposti i dati riportati nella relazione del Parlamento italiano in merito agli obiettivi derivanti dall'obbligo della fatturazione elettronica.

In sintesi gli obiettivi sono i seguenti: 

  • contrasto all'evasione fiscale
  • miglioramento dei risultati della riscossione delle imposte dello stato
  • riduzione dei costi amministrativi delle imprese.


I vantaggi della fattura elettronica 
 

La fatturazione elettronica ha permesso all'Agenzia delle entrate di mettere a disposizione dei contribuenti i registri Iva precompilati, la comunicazione delle liquidazioni periodiche e dal 2023 la dichiarazione annuale precompilata. E' stata soppressa la comunicazione dei dati delle fatture, la compilazione delle dichiarazioni Intrastat acquisti, la comunicazione dei contratti sottoscritti da società di leasing, noleggio e affitto, la comunicazione degli scambi con San Marino.

La Commissione europea conferma anche la richiesta dell'Italia di estendere l'obbligo ai contribuenti forfettari, per potenziare la lotta all'evasione, in quanto fornirà al fisco un quadro completo delle operazioni effettuate da tutti i contribuenti e permetterà di verificare il limite dei ricavi di 65.000 euro (requisito per accedere al regime forfettario). 

Per approfondimenti 

Regime forfettario 2022, riconfermato con fattura elettronica obbligatoria?

In dettaglio la fattura elettronica ha migliorato l'efficienza dei rapporti amministrativi delle imprese tra di loro e delle imprese con la pubblica amministrazione. L'amministrazione dello stato ha strumenti più efficienti per individuare irregolarità ed in questo modo si è creato un deterrente in merito all'evasione fiscale.

La relazione dell'Italia contiene inoltre la descrizione delle maggiori entrate dello stato derivanti dall'obbligo della fatturazione elettronica. Dalla data di avvio dell'obbligo della fatturazione elettronica tra imprese sono aumentate le entrate relative all'IVA di 2 miliardi di euro, 580 milioni di euro di maggiori entrate hanno riguardato le entrate supplementari e 945 milioni di euro è derivato dal blocco dei falsi crediti IVA, sono stati individuati falsi esportatori abituali per oltre 1,3 miliardi di euro. Infine, in un miliardo di euro è valutato il risultato del contrasto delle frodi intraUe.

Se la tua attività è di commercio al minuto o di artigiano, a tutti i tuoi clienti devi emettere scontrini elettronici a meno che il tuo cliente non ti chiede la fattura, fatturapertutti ti permette di emettere scontrini elettronici senza registratore di cassa

Tags:
Valutazione:
5.0

Documenti scaricabili

Commenta

This form collects your name, email, IP address and content so that we can keep track of the comments placed on the website. For more info check our Privacy Policy and Terms Of Use where you will get more info on where, how and why we store your data.
Aggiungi commento

Theme picker

Partecipa alla community

           

Manuale d'uso